venerdì 23 giugno 2017

Pretoriano 175 A.D. epoca di Marco Aurelio














Al tempo degli imperatori Antonini i soldati romani continuano ad avere un aspetto molto simile a quello del secolo che li ha preceduti, ma molti piccoli cambiamenti iniziano a farsi evidenti.

Anche questo soldato pretoriano, che pure rappresenta l'aspetto più tradizionale dell'equipaggiamento militare, mostra per esempio che le calighe sono state abbandonate da tempo, come la classica cintura militare con i lunghi pendenti borchiati. La spada ha ancora le caratteristiche del gladio ma ha un fodero molto più semplice che costituisce il prototipo di tutti quelli a venire e l'elsa è caratterizzata da un anello di metallo, probabilmente entrato nell'uso comune dall'influenza dei popoli Sarmatici.Il caratteristico Pilum ha ora due bocce di metallo ad appesantirlo e l'elmo è l'ultima evoluzione con un paranuca molto esteso e decori molto ricchi, della famiglia dei "Gallici Imperiali".
La lorica segmentata è l'evoluzione dei precedenti modelli e presenta ampi elementi di bronzo che fungono da giunture per dare una articolazione più efficace possibile ai vari elementi che la compongono, è indossata sopra un capo di pelle ( subarmalis)  che termina con la caratteristica segmentatura nelle braccia e sotto la cintura.
Lo scudo è ancora quello classico ovale a tegola con bordi di metallo.
Il colore delle tuniche è sempre frutto di deduzioni..ma il bianco  naturale della lana o del lino ( cioè non sbiancato con un costoso procedimento usato esclusivamente per le aristocrazie ) è certamente probabile, nell'immagine anche le braghe sono bianche per una possibile differenziazione di status ( più alto quello dei pretoriani) dalle normali truppe.


























Alla base della Colonna Antonina appaiono chiaramente i soldati pretoriani con la lorica segmentata, lo scudo ovale ed il pilum con due bocce di appesantimento.




Ecco una versione completamente in bronzo dell'elmo illustrato nella figura.

Ecco la versione in ferro e bronzo di fattura ancora più ricca e compatibile con lo status dei Pretoriani che ho adottato nella figura.



Uno spaccato della classica Lorica Segmentata, qui in una versione precedente a quella in figura.


Ecco la ricostruzione della Lorica Segmentata dell'epoca Antonina, rispetto alla precedente sono scomparsi ogni laccio e chiusure in cuoio, è diminuito il numero dei segmenti che compongono il busto ( che sono perciò più larghi ) e si tende ad una maggiore razionalizzazione e robustezza delle componenti.

Nessun commento:

Posta un commento